La Spy Story prima di Ian Fleming: “I 39 scalini”, John Buchan | Gente di Taccuino

Perchè in un'epoca piena di thriller iper-tecnologici ci farebbe bene rileggere un classico della suspense come questo

Ritorno a Taccuino: una settimana senza blog.

Come ho passato una settimana senza Taccuino? Tra Boris (la serie tv) e un thriller di Marcello Simoni!

Per aspera ad astra: L’uomo di Marte, Andy Weir (Newton Compton)

Una favola scientifica che reinterpreta il self-made man in chiave extraterrestre, si avvale di una scrittura pop, ci fa sentire più pratici ed organizzativi e, proprio dalle lontananze cosmiche di Marte, ci fa riflettere su un bell'aspetto della nostra umanità, il senso della solidarietà.